Blog - Incontrare Dio

I Cercatori di Dio
-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

I Cercatori di Dio
Lettura Cristiana
Informazioni
I Cercatori di Dio

I Cercatori di Dio


Lettura Cristiana
Traduzione - Traslation - Tradução
Traduzione - Traslation - Tradução - Traduction
Title
Vai ai contenuti
Menù
Blog
Come funziona
Informazioni
Registrazione
Informazioni
Lettura Cristiana
Lettura Cristiana
Informazioni
Menù
Registrazione

App
Menù
Lettura Cristiana
Informazioni
Registrazione

Importa
Down

Le scelte del Papa

Incontrare Dio
Pubblicato in Papa · 10 Febbraio 2019
Tags: PapaMisericordia
A volte mi giungono delle strane critiche su Papa Francesco perché lo confrontano con Benedetto XVI: «quel Papa ci diceva con chiarezza in che cosa dobbiamo credere, e non lasciava mai a noi la libera interpretazione».
È davvero così? Secondo me, sono chiari ambedue, solo che si pongono da un punto di vista differente: uno legato alla dottrina (per noi più facile, perché ci dice cosa fare e in che cosa credere); l’altro alla misericordia. Ovviamente, in ambedue ci sono le dimensioni dottrinali e l’annuncio nell’ottica della misericordia.
Ho conosciuto personalmente Benedetto XVI quando era ancora cardinale, in lui ho trovato una chiarezza sconcertante, ma anche un’umiltà sconvolgente, difficile da imitare.
Papa Francesco non è certo povero di umiltà, basti pensare a quante volte ci ha chiesto di pregare per sé e lo chiede continuamente. Non ho mai sentito un prete o un vescovo, fare questa richiesta, eppure sono sacerdote da 35 anni!
Sappiamo che Dio sceglie il Papa secondo il momento storico. Pare che in questi anni abbiamo più bisogno della misericordia del Padre che della sua giustizia!
Benedetto XVI, leggeva gli eventi ponendo la verità prima di tutto, ma anche con misericordia.
Papa Francesco, invece, pur confermando la visione della verità su ogni cosa, si pone nell’atteggiamento della misericordia, offrendo a tutti una seconda, se non una terza possibilità.
Pensiamo a Gesù come si è comportato con Giuda. Egli sapeva che era un ladro, eppure gli ha affidato un incarico di prestigio: la cassa. Possiamo affermare che Gesù abbia favorito le ruberie di Giuda? Certo che no! Gesù ha rischiato, offrendo a Giuda un’altra possibilità di correggersi, ma non ha sbagliato e allora perché riteniamo che Papa Francesco sbagli? Un vescovo, commentando il suo comportamento all’inizio del suo pontificato, disse: «che faccia il Papa», ma cosa vuol dire? Deve fare il Papa come a noi sembra sia giusto o deve seguire l’ispirazione dello Spirito Santo?
L’atteggiamento di Papa Francesco è simile a quello di Gesù: ha un atteggiamento di misericordia nei confronti di chi sbaglia, ma condanna l’errore. Non fa di ogni erba un fascio, distingue sempre il buono dal cattivo. Molti vorrebbero che strappasse subito la zizzania ma Gesù nella parabola di Matteo 13 non agisce così!
Qualcuno potrebbe obiettare che, agendo in questo modo, rischia di sbagliare. È vero, ma allora anche Gesù ha sbagliato esercitando più la misericordia che la giustizia! Lasciamo fare giustizia a Lui e noi imitiamolo nella misericordia.
Papa Francesco imposta ogni cosa partendo dalla misericordia poi delega chi nella Chiesa ha l’autorità di farla conoscere e applicare secondo la dottrina cristiana e non secondo la propria visione.
Può accadere che chi possiede l’autorità nella Chiesa: sacerdoti, vescovi e cardinali non seguano la sua impostazione, ma cerchino di essere graditi a lui, esercitando una misericordia che esclude la dottrina bimillenaria. Sbagliano in modo grave, anteponendo se stessi alla Chiesa che sono chiamati a servire.
In tutto questo, riconosciamo una responsabilità al Papa? Allora siamo uguali a quelli che fanno le pulci a Gesù Cristo, magari solo con il pensiero per non fare brutta figura!



Nessun commento



Responsabile don Fabrizio Maniezzo

Responsabile don Fabrizio Maniezzo
Responsabile don Fabrizio Maniezzo
Responsabile don Fabrizio Maniezzo
App
Responsabile don Fabrizio Maniezzo
Rapid Privacy Policy
Torna ai contenuti