9 - Chiara Giaccadi - Incontrare Dio

I Cercatori di Dio
-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

I Cercatori di Dio
Lettura Cristiana
Informazioni
I Cercatori di Dio

I Cercatori di Dio


Lettura Cristiana
Traduzione - Traslation - Tradução
Traduzione - Traslation - Tradução - Traduction
Title
Vai ai contenuti
Menù
Blog
Come funziona
Informazioni
Registrazione
Informazioni
Lettura Cristiana
Lettura Cristiana
Informazioni
Menù
Registrazione

App
Menù
Lettura Cristiana
Informazioni
Registrazione

Importa
Down
Ha detto che...

Il dono non è uno scambio!

«C’è un trucco nella cultura contemporanea che va riconosciuto e smontato, perché diversamente la nostra esperienza si impoverisce enormemente,  e le nostre capacità di critica si annacquano fino a sparire, lasciandoci in balia delle correnti più forti:  l’equazione indebita tra scambio e dono.
Lo scambio è un do ut des dove lo scopo, alla fine, è il proprio profitto, alle spese di qualcun altro.
Giaccardi
Il dono è unilaterale, ed è mosso dal desiderio del benessere dell’altro. Ci sono contraccambi del dono, come la gratitudine, ma non sono essi il movente: casomai, ciò che arriva «in più», perché il dono sempre genera, trabocca, eccede il dovuto e regala il nuovo.
Lo scambio è mercificabile, il che significa che un dispositivo astratto, il denaro, è capace di rendere tutto quantificabile ed equivalente: non ci sono differenze, tutto può essere tradotto in un prezzo e diventare merce acquistabile.  Ma poiché non è bello sentirlo dire, allora si prende a prestito il linguaggio del dono per parlare dello scambio.
Così, per esempio, l’utero in affitto viene giustificato come possibilità di «donare» a una donna sterile la possibilità di diventare madre (se può pagare). È falso. Questo è uno scambio, non un dono.
È la stessa logica del commercio di organi, attorno al quale sta nascendo un business sulle spalle dei più poveri. Dopo la biopolitica, la regolazione disciplinare della vita biologica da parte del potere, si afferma il «biomercato»: la vita umana, che è unità profonda di corpo e spirito, ragione e cuore, sensorialità e sensibilità, viene ridotta alla dimensione materiale, fatta a pezzi e venduta a chi può permettersi di comprare.
Chiara Giaccardi  in Messaggero di sant’Antonio, 23 aprile 2018
BREVE BIOGRAFIA
Chiara Giaccadi insegna sociologia e antropologia dei media all’Università cattolica di Milano, dove dirige anche la rivista «Comunicazioni Sociali». Collabora con il quotidiano «Avvenire», con il «Messaggero di sant’Antonio» e con la CEI sui temi del digitale in una prospettiva educativa.
È nata a Forlì nel 1959 sposata con Mauro Magatti, hanno 6 figli.
INFORMAZIONE
Se non leggi bene la Parola di controllo puoi cambiarla cliccando su Invia , si cambierà ogni volta che cliccherai a vuoto.

Nessun commento


Responsabile don Fabrizio Maniezzo

Responsabile don Fabrizio Maniezzo
Responsabile don Fabrizio Maniezzo
Responsabile don Fabrizio Maniezzo
App
Responsabile don Fabrizio Maniezzo
Rapid Privacy Policy
Torna ai contenuti