3- “Il sempre di più” della carità Trinitaria - Incontrare Dio

I Cercatori di Dio
-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

I Cercatori di Dio
Lettura Cristiana
Informazioni
I Cercatori di Dio

I Cercatori di Dio


Lettura Cristiana
Traduzione - Traslation - Tradução
Traduzione - Traslation - Tradução - Traduction
Title
Vai ai contenuti
Menù
Blog
Come funziona
Informazioni
Registrazione
Informazioni
Lettura Cristiana
Lettura Cristiana
Informazioni
Menù
Registrazione

App
Menù
Lettura Cristiana
Informazioni
Registrazione

Importa
Down
Mistica cristiana
“Il sempre di più” della carità Trinitaria
Semper di più
Trinità
Tutto ciò che è del Padre, appartiene anche al Figlio ed è proprio dello Spirito Santo. Lo Spirito prende ciò che è del Figlio per glorificarlo, ma proprio ciò che prende, ha origine dal Padre.
Sembra un gioco!
Ciò che è del Padre è del Figlio e dello Spirito Santo, e viceversa. È un possesso comune. Lo Spirito prende la carità del Figlio per glorificarlo. Questa carità, che possiede l’impronta del Figlio, proviene dal Padre poiché da questi, il Figlio riceve la carità; come, a sua volta, il Padre la riceve continuamente dal Figlio.
Ogni atto della carità del Figlio, suscita una maggiore profusione, accresce e supera se stessa, non conosce alcuna pausa e alcun calo, perché ha in sé quella del Padre.
La reciproca ed eterna intensificazione della carità tra Padre e Figlio comprende in sé, ogni modo e ogni possibilità di amarsi. Tutto ciò che nel mondo indirizza gli uomini verso l’infinita carità, è immagine e riverbero di essa.
L’amore tra di noi crea un circolo chiuso, perché l’amore di uno finisce sull’altra e la arricchisce.
In Dio, invece, il cerchio è sempre aperto, l’amore del Padre verso il Figlio nello Spirito Santo, diventa all’istante l’amore del Figlio verso il Padre sempre nello Spirito Santo. Non si ferma a una delle Persone, ma è rimandato all’altra e cresce in continuazione.
È il “sempre di più” dell’amore in Dio nelle tre Persone, fin dall’eternità. Pertanto la sua grandezza non si può assolutamente misurare.
Questa carità è eternamente feconda, perché lo Spirito Santo, principio operante della sua attività e la fecondità, ha plasmato il Figlio in Maria, araldo di una nuova legge di carità e dunque della fecondità del Padre.
Lo Spirito Santo, annuncia ciò che appartiene al Signore e conduce a termine, in certo qual modo, questa fecondità e la completa mostrando la sua intima immensità (cfr. Gv 16,15).
E noi, poveri esseri umani, siamo chiamati a “entrare” nel dinamismo di questa carità.
(cfr Adrienne von Speyr)
INFORMAZIONE
Se non leggi bene la Parola di controllo puoi cambiarla cliccando su Invia , si cambierà ogni volta che cliccherai a vuoto.

Nessun commento


Responsabile don Fabrizio Maniezzo

Responsabile don Fabrizio Maniezzo
Responsabile don Fabrizio Maniezzo
Responsabile don Fabrizio Maniezzo
App
Responsabile don Fabrizio Maniezzo
Rapid Privacy Policy
Torna ai contenuti