Confessione: con quali preti? - Incontrare Dio

I Cercatori di Dio
-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

I Cercatori di Dio
Lettura Cristiana
Informazioni
I Cercatori di Dio

I Cercatori di Dio


Lettura Cristiana
Traduzione - Traslation - Tradução
Traduzione - Traslation - Tradução - Traduction
Title
Vai ai contenuti
Menù
Blog
Come funziona
Informazioni
Registrazione
Informazioni
Lettura Cristiana
Lettura Cristiana
Informazioni
Menù
Registrazione

App
Menù
Lettura Cristiana
Informazioni
Registrazione

Importa
Down
Domanda del 22-9-2019
Egregio Don Fabrizio, mi trovo di fronte a un dilemma per me importante in quanto fa vacillare i fondamenti della mia Fede e del mio credere che sino ad ora erano certi.
A prescindere da tutto quanto si dice in merito all’elezione di Bergoglio a papa, ammesso e concesso che Lui sia veramente Papa. Io non da subito, ma negli ultimi tempi a seguito di vari eventi e dichiarazioni importanti, mi trovo sempre più nella posizione di non sentirmi in sintonia con Bergoglio e avanzo molti dubbi in merito al suo operato. Rimango attonito e sbigottito nel leggere omelie da Lui pronunciate nelle celebrazioni Eucaristiche mattutine nella sua residenza di S. Marta, queste infatti sono completamente in antitesi con il suo modo di esternare e di agire in altri momenti di maggiore importanza pubblici. Come non pensare a una sua attività di attore per coprire ciò che invece viene perpetrato nel nascondimento!!
Ora, per questa mia mancanza di sintonia che inficia la comunione con Bergoglio, si legge di tutto, principalmente che la celebrazione Eucaristica per me non assolve il precetto domenicale e che devo confessarla, questo non sarebbe un problema ma c’è un però, se mi confesso da un sacerdote che si avvicina al mio pensiero, ammesso che sia necessario, mi darà la soluzione, al contrario invece se il sacerdote è filo “Bergogliano”, ma in questo caso, può negarmi l’assoluzione?
In attesa di risposta la saluto.
Lettera firmata
Carissimo, comprendo il tuo problema, tenuto conto che, quando ci si avvicina al sacramento della Confessione, occorre essere pentiti dei propri peccati, perché, se si riceve l’assoluzione senza essere pentiti la Confessione non è valida, cioè non opera la purificazione. Se poi non fossi cosciente di peccati, ma avessi solo dei dubbi, occorre che mi confronti con il sacerdote in confessionale, e segua quanto mi suggerirà.
Ovviamente, se ho dubbi e taccio per qualsiasi motivo, la Confessione non è valida. In confessionale occorre assoluta trasparenza! Se il sacerdote opera per partito suo o per suo convincimento, e non segue i principi della Chiesa, occorre che la persona valuti eventuali suggerimenti (se è in grado di farlo), ed eventualmente cambi il sacerdote. Vale il principio che la salvezza delle anime è la suprema legge e, se non ci sono degli oggettivi motivi, ben chiari, non si può negare l’assoluzione dei peccati a nessuno.
d esempio, se vivo more uxorio con qualcuno, nessuno può assolvermi da tale peccato perché in contrasto con quello che insegna la Chiesa da 2000 anni. Nemmeno il Papa mi può assolvere, e nemmeno lui può cambiare la legge divina. Ovvero, “il fine non giustifica i mezzi”, per raggiungere uno scopo buono non posso compiere delle azioni che sono un male oggettivo.
Spero di essere stato abbastanza chiaro. Questo non significa che io possa mettere in dubbio l’autorità nella Chiesa, tenuto conto che ci sono 2000 anni di storia e di affermazioni della Chiesa che mi orientano nella mia vita.
Ciascuno sarà responsabile di fronte a Dio, delle sue affermazioni e delle sue scelte, che noi possiamo giudicare, anche se dobbiamo sempre salvare le persone; come si dice: “non si butta l’acqua con il bambino”.
Auguri.
Don Fabrizio
INFORMAZIONE
Se non leggi bene la Parola di controllo puoi cambiarla cliccando su Invia , si cambierà ogni volta che cliccherai a vuoto.

Nessun commento


Responsabile don Fabrizio Maniezzo

Responsabile don Fabrizio Maniezzo
Responsabile don Fabrizio Maniezzo
Responsabile don Fabrizio Maniezzo
App
Responsabile don Fabrizio Maniezzo
Rapid Privacy Policy
Torna ai contenuti